Main page

Spettroscopia (lista principale)

Sirius

Pubblicato: 8 dicembre 2015

Sirio, la stella α del Cane Maggiore, è una stella bianca di Sequenza Principale di classe spettrale A1Vm. La lettera m indica la presenza di metalli. Come Vega e le altre stelle di classe A, Sirio è caratterizzata dalla presenza molto marcata delle linee di Balmer in assorbimento, che rendono il suo spettro semplice da analizzare.

Questa è la versione finale dello spettro raccolto dalla camera, ottenuta dalla mediana dei migliori frame:

Lo spettro come appare al fuoco del telescopio. La ripresa è stata fatta con la camera planetaria QHY5L-II mono
con telescopio Meade ACF 8″ (203mm) su montatura HEQ5. Le linee dell'idrogeno sono chiaramente visibili.

Abbiamo utilizzato un software scritto da Marco in Python (vedi pagina princiale Spettroscopia) per l'elaborazione dello spettro.

L'immagine seguente mostra il profilo di intensità ottenuto, giù normalizzato a 1 e corretto per la risposta dello strumento, con l'identificazione degli elementi chimici principali:

Profilo di luce di Sirio e spettro sintetizzato.

Setup:

Luogo di ripresa Capanne di Cosola (AL), Appennini
Data 8 novembre 2015 05:00
Reticolo StarAnalyser 100
Telescopio Tubo ottico Meade ACF 8″ (203 mm) su montatura HEQ5
Camera QHY5L-II mono, con filtro IR
Software Software scritto in Python da uno degli autori (Marco).

Commenti allo spettro:

La serie di Balmer è ovviamente molto chiara e immediatamente identificabile.

Per quanto riguarda i metalli, abbiamo segnato sul nostro spettro solo due righe del FeII, al quale ci sembrava ragionevole imputare le perdite di intensità. Per rivelare tutte le linee del FeII, del SiII e degli altri metalli presenti servirebbe un reticolo cons maggior risoluzione.

Sirio, la stella più splendente del cielo.

Nelle limpide notti invernali, Sirio, che segue Orione nel suo moto attraverso la volta celeste, è bianchissima e splendente. Mi viene da dire, pensandola, che è la stella più bella del cielo...

Sirio è in realtà un sistema stellare doppio che ha dell'incredibile: Sirius A, che noi osserviamo brillare nel cielo, è una stella di dimensioni e massa paragononabili al Sole... la sua compagna, Sirius B, è una nana bianca, densissima e dal diametro più piccolo di quello della Terra. Le due stelle solo legate in un'orbita di circa 50 anni che le porta a una distanza minima di 8,2 UA e una massima di 31 UA. Erano due stelle luminose, una delle quali, 120 milioni di anni fa, è evoluta in gigante rossa. Sirius B è il nucleo collassato di questa stella, che è rimasto nell'orbita.

La differenza di luminosità apparente tra le due componenti (quasi 10 ordini di magnitudine!) rende Sirius B difficilissima da osservare... la luminosità della principale è soverchiante e ingloba completamente quel puntino a soli 3-11 arcosecondi. Sirius B, ipotizzata dal matematico e astronomo Friedrich Bessel, fu una delle prime white dwarf a essere scoperte, con 40 Eridani B e Procyon B.

La pagina di Wikipedia in inglese sembra curata molto bene, ed è ricca di spunti anche di livello culturale, linguistico e antropologico da approfondire: Sirius

Alcuni parametri di Sirio (A)

Designazione Sirius, Dog Star, α CMa, HD 48915.
Costellazione Cane Maggiore
Tipologia Stella bianca di Sequenza princpiale. È la stella più luminosa dell'intero cielo. Si tratta in realtà di un sistema multiplo: la compagna Sirius B è una nana bianca.
Tipo spettrale A1Vm
Distanza 8,6 ly
Mv -1,46
B-V +0.00
Temperatura 9940 K
Luminosità 25,4 L☉
Raggio 1,7 R☉
Massa 2,02 M☉